Giurisprudenza

Corso di laurea

accordion arrow

Consulente del Lavoro e giurista d'impresa

Vai al corso

Corso di laurea magistrale a ciclo unico

accordion arrow

Giurisprudenza

Vai al corso

Corsi di laurea magistrale

accordion arrow

Scienze giuridiche dell’innovazione

Vai al corso

Scienze per la pace: trasformazione dei conflitti e cooperazione allo sviluppo

Vai al corso

Corso di laurea in Consulente del lavoro e giurista d'impresa

Perché studiare Consulente del lavoro e giurista d'impresa all’Università degli Studi di Brescia?
# Il Corso di Laurea Triennale è un corso altamente professionalizzante che assicura una grande aderenza tra le materie di studio e gli obiettivi che si prefigge di raggiungere. Le figure professionali che si formano sono, infatti, in grado di rispondere da subito alle esigenze del mercato del lavoro anche perché le competenze degli studenti sono rafforzate dallo svolgimento di stage curriculari.

# Il corso prevede un biennio comune in cui si intende fornire una solida preparazione culturale, giuridica ed economica, con costante riferimento alla dimensione nazionale e sovranazionale dei processi decisionali. 

# Al termine del biennio comune gli studenti possono scegliere tra due diversi percorsi, Consulente del lavoro e Giurista d’impresa, assecondando le proprie sensibilità con materie di studio fortemente caratterizzanti. 

# Il piano di studi, con la sua ampia offerta formativa, consente di avvicinarsi al diritto utilizzando approcci metodologici molto diversi che si sono rivelati ottimo veicolo per l’apprendimento, in quanto individuano il desiderabile connubio tra le tradizionali modalità di insegnamento teorico e quelle basate sullo studio e sulla ricerca di soluzioni giuridiche in casi concreti. 

# Il percorso di studi valorizza momenti di formazione pratica, in particolare grazie all’attivazione di stage curriculari e alla possibilità di svolgere il tirocinio anticipato per la professione di Consulente del lavoro.

# Il percorso di laurea diversificato soddisfa i diversi desideri di professionalità. La laurea in Consulente del lavoro consente l’accesso sia ad attività professionali autonome sia al lavoro dipendente presso amministrazioni, organizzazioni e imprese pubbliche e private e nel terzo settore, per le quali è necessaria una specifica preparazione giuridica nelle materie lavoristiche. Quella in Giurista d’impresa forma sul piano tecnico-giuridico coloro che intendano esercitare la propria attività lavorativa nell’ambito delle imprese dei diversi settori in posizioni dirigenziali o comunque di alto profilo professionale.

Durata: 3 anni
Modalità di accesso: Libero con test di autovalutazione obbligatorio prima dell'immatricolazione (TOLC-SU)
Classe di laurea: L-14 Scienze dei servizi giuridici
Curricula: Consulente del lavoro; Giurista d’impresa

Scarica la brochureSito del corsoAmmissioni

Corso di laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza

Perché studiare Giurisprudenza all’Università degli Studi di Brescia?
# La Laurea Magistrale in Giurisprudenza a ciclo unico offre una solida cultura giuridica, permeata dalla conoscenza delle fonti normative nazionali e sovranazionali e con la forte vocazione alla formazione di “giuristi europei”.

# La Laurea Magistrale in Giurisprudenza si articola in un percorso di studi volto ad acquisire padronanza degli aspetti istituzionali ed organizzativi degli ordinamenti giudiziari, con attenzione particolare all’aggiornamento delle competenze giuridiche. 

# Il piano di studi, con la sua ampia offerta formativa, consente di avvicinarsi al diritto utilizzando approcci metodologici molto diversi, che si sono rivelati ottimo veicolo per l’apprendimento, in quanto individuano il desiderabile connubio tra le tradizionali modalità di insegnamento teorico e quelle basate sullo studio e sulla ricerca di soluzioni giuridiche in casi concreti. 

# Il percorso di studi valorizza momenti di formazione pratica, in particolare grazie all’attivazione di stage e alla possibilità di svolgere il  tirocinio anticipato per la professione di Avvocato, Notaio e di Consulente del lavoro.

# La laurea magistrale in Giurisprudenza permette l’accesso a professioni giuridiche tradizionali, quali l’Avvocatura, la Magistratura e il Notariato, ma anche a un vasto panorama di professioni che richiedano comprovate conoscenze giuridiche nei settori del welfare, della sicurezza, della gestione delle amministrazioni locali, della governance della sanità, della politica e dello spettacolo.

# La capacità di analisi, di valutazione critica e di decisione acquisite durante il Corso di Studi in Giurisprudenza sono fondamentali per ricoprire funzioni di elevata responsabilità in vari campi di attività sociale, socio-economica e politica, nelle istituzioni, nelle pubbliche amministrazioni, nelle imprese private, nei sindacati, nei settori del diritto dell’informatica, del diritto comparato, europeo e internazionale, oltre che nelle organizzazioni sovranazionali.

Durata: 5 anni
Modalità di accesso: Libero con test di autovalutazione obbligatorio prima dell'immatricolazione (TOLC-SU)
Classe di laurea: LMG/01 Giurisprudenza

Scarica la brochureSito del corsoAmmissioni

Corso di laurea magistrale in Scienze giuridiche dell’innovazione

Perché studiare Scienze giuridiche dell’innovazione all’Università degli Studi di Brescia?
# La nuova Classe di Laurea Magistrale LM SC-GIUR si distingue nel panorama formativo attuale del Dipartimento di Giurisprudenza perché mira a formare un giurista con competenze ricercate in campo economico, aziendale, sociale, tecnologico, psicologico, che corrisponde a figure professionali, per lo più non regolamentate, per le quali non è necessaria la laurea in Giurisprudenza a ciclo unico, e alle quali sono trasferite abilità e competenze trasversali e interdisciplinari tali da poter affrontare il lavoro dipendente o autonomo in qualità di giuristi esperti di innovazione organizzativa dell’impresa, del Terzo settore e della PA.

# Con la Laurea Magistrale in Scienze Giuridiche dell’innovazione il Dipartimento di Giurisprudenza ha inteso declinare il percorso formativo magistrale in direzione di un’educazione specialistica, coniugando gli insegnamenti di area giuridica con temi e profili internazionali, sovranazionali e comparati, ed integrandoli con insegnamenti di area economica, aziendale e sociale, per fare acquisire al laureando una formazione compiutamente interdisciplinare che lo abitui ad affrontare e risolvere questioni giuridiche complesse in un contesto profondamente segnato dalla rivoluzione digitale in corso, destinata a riscrivere tutte le modalità tradizionali di conclusione del contratto, di prestazione del lavoro, di produzione di opere dell’ingegno, di raccolta e trattamento di dati e informazioni, di partecipazione a decisioni.

# La Laurea Magistrale in Scienze Giuridiche dell’Innovazione è indirizzata a formare laureati che abbiano seguito un percorso professionale di avvicinamento all’Impresa 4.0, con profili e funzioni ricercate. Per la definizione di queste figure professionali esperte nella gestione e direzione innovativa di istituzioni pubbliche e private non esistono ancora sul territorio lombardo adeguati corsi di studio Magistrali in area giuridica.

# La Laurea Magistrale in Scienze Giuridiche dell’Innovazione soddisfa la sempre più evidente necessità di offrire al mercato del lavoro una nuova classe tecnica specializzata con una formazione professionale di cultura giuridica superiore, “secondo canale” in grado di consentire uno sbocco verso l’alto alla formazione professionale triennale. 

Durata: 2 anni
Modalità di accesso: Libero con valutazione dei requisiti di accesso
Classe di laurea: LM/SC-GIUR Scienze giuridiche
Curricula: Innovazione, impresa e terzo settore; Innovazione nel settore pubblico

Scarica la brochureSito del corsoAmmissioni

Corso di laurea magistrale in Scienze per la pace: trasformazione dei conflitti e cooperazione allo sviluppo

Perché studiare Scienze per la pace all’Università degli Studi di Brescia?
# Il nuovo corso di laurea Magistrale Scienze per la pace: trasformazione dei conflitti e cooperazione allo sviluppo è un corso inter ateneo (Pisa-Brescia) che, per la parte bresciana, è incardinato nel Dipartimento di Giurisprudenza (DIGI).

# Studiare la ‘pace’ significa saper intervenire nei cambiamenti epocali attuali (come ad esempio quelli climatici) tenendo conto di valori ineludibili quali etica, libertà, diritti, democrazia, sviluppo, crescita, uguaglianza, tolleranza, solidarietà.

# Significa educare le giovani generazioni alla cultura del dialogo e della partecipazione per un impegno finalizzato al superamento dei conflitti in forme non violente, con il coinvolgimento diretto delle associazioni e istituzioni bresciane, che da tempo lavorano nell’area del terzo settore della cooperazione e dello sviluppo.

Durata: 2 anni
Modalità di accesso: Libero con valutazione dei requisiti di accesso
Classe di laurea: LM-81 - Scienze per la cooperazione allo sviluppo
Curriculum sede di Brescia: Regolazione pacifica dei conflitti e terrorismo (in attesa di approvazione ministeriale)
Curricula Università degli Studi di Pisa: Peace building; Cooperazione umanitaria; Cooperazione e protezione civile

Scarica la brochureSito del corsoAmmissioni